OVERDRIVE: la nuova meccanica di gioco

Posted · Add Comment
15823804_1795782417355094_1191736365_oSe avete seguito le nostre ultime news, saprete che è di prossima pubblicazione in casa Acchiappasogni il nuovo gioco di ruolo H.A.W.A.T., un post-apocalittico con rimandi alla fantascienza e all’horror.
In questo articolo vogliamo presentarvi una delle meccaniche di questo gioco che durante i playtest è risultata assai interessante e meritevole di una piccola presentazione.
Partiamo da una premessa: in Hawat giocherete gli Avatar, cioè creature antropomorfe in cui DNA umano e animale viene mescolato per generare potenti macchine da guerra in grado di solcare il terreno contaminato di una terra post-apocalittica in cui brulicano orrori di ogni tipo, umani e non.
Questi tuttavia, per una loro intrinseca incapacità ad autocontrollarsi, necessitano di un controllo remoto da parte dei cosidetti Piloti, esseri umani che riverseranno la loro coscienza in queste creature, anche a chilometri di distanza. Da qui il nome Avatar.
Quando i personaggi si spingeranno oltre determinati limiti fisici per compiere azioni più energiche, accumuleranno le Cariche di Overdrive, un’unità di misura fittizia creata per indicare il livello oltre il quale si sta assecondando la parte animale, a discapito di quella umana. Infatti l’animale tenderà a lungo andare a prendere il sopravvento sull’uomo, trasformandosi in una bestia di puro istinto e ferocia. E’ per questo che i soldati vengono addestrati a non oltrepassare certi limiti, mantenendosi entro la Overdrive Safety Threshold (OST), una soglia di sicurezza utile a mantenere il controllo sull’Avatar.
In che modo è possibile accumulare le Cariche di Overdrive?
  • Incrementando il proprio valore di attacco o difesa.
  • Utilizzando Tecniche di combattimento particolari.
  • Scrollandosi di dosso status negativi che limitano l’azione.
  • Subendo attacchi da parte di creature in grado di aizzare la parte animale con tossine o da parte di coloro i quali sono addestrati nello scatenare l’overdrive dell’avversario.
  • Usando azioni particolari come i contraccolpi.
hawatEsistono diversi addestramenti che permettono agli Avatar di gestire meglio le loro cariche, ad esempio ci saranno quelli in grado di arrivare a una soglia di accumulo più alta o quelli in grado di accumularne di meno. Chi poi le userà come tattica da combattimento, portando colpi precisi all’avversario per farle accumulare o ancora assorbire e ridurre le cariche quando si ricevono colpi nemici.
Ma cosa accade di preciso quando si supera la Soglia di sicurezza?
Ci sono tre step, il primo dei quali, l’Overcharge, è il più galvanizzante, perchè comporta un incremento dell’attacco dell’Avatar, che sarà più energico e combattivo, ma anche più irritabile e bramoso di sangue.
Quando si raggiunge il secondo Step, ossia l’Hyperdrive, le cose si fanno più complicate. L’animale prende il sopravvento e diventa una macchina da guerra che compirà un attacco poderoso, prima di cadere in balia dell’istinto animale. Infatti a quel punto non sarà più in grado di distinguere amici da nemici e attaccherà qualsiasi cosa si muova, continuando ad accumulare cariche e arrivando infine al terzo step, cioè il Burnout. A questo punto l’Avatar avrà consumato troppe energie e cadrà incosciente.

Ecco perchè l’Overdrive è diventato un elemento fondamentale nella gestione degli Avatar. Saperlo gestire con precisione comporta un vantaggio tattico non indifferente, ma se se ne abusa rischia di diventare pericoloso per l’intera squadra, che dovrà gestire un Avatar in preda alla furia.

 

A questo scopo l’H.A.W.A.T. Corporation ha sperimentato diversi farmaci in grado di gestire le cariche, come il Miorilassante, il Diazepam, il Drivedown e il Drivemax. Usati in combattimento su se stessi o i propri compagni, permettono di creare combinazioni tattiche devastanti.

 hawat modena
Questa è ovviamente solo una delle meccaniche di gioco di Hawat.
Per scoprire qualcosa di più su questa e altre, potrete venirci a trovare al Play Modena 2017 dove lo presenteremo ufficialmente. Chi sarà impossibilitato potrà seguire gli sviluppi sulla nostra pagina ufficiale, dove a breve pubblicheremo il manuale acquistabile, o venirci a trovare sulla nostra pagina Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: