Ninja Saga 5 – Green Death Adder

Posted · Add Comment

La Setta delle Cinque Serpi, Parte V

Tratto dai Manoscritti del Maestro Ishimura. Unico uomo a poter narrare lo scontro con King Cobra. Sopravvisse ma restò cieco a vita.

“ Finalmente ti Parlerò di colui che tutti temiamo. Brami di conoscere la sua storia? Se fossi più vecchio ed assennato non vorresti nemmeno sapere come inizia. Ma tu sei giunto sino a questo punto per questo motivo, Allievo. Colui che chiamiamo King Cobra comparve durante l’ascesa dello Shogun Nobunaga. Nessuno sa da dove venisse, ne chi fosse in realtà poiché portava sempre una maschera teatrale, raffigurante un orribile Oni, un Demone ringhiante dei tempi andati. Da subito osteggiò Nobunaga e la sua politica di apertura agli occidentali. Il suo Clan, fedele al governo, gli si rivoltò contro. Si dice che in una notte Cobra uccise tutti i suoi oppositori, rubandone la forza vitale…”.

Il Clan Green Death Adder

Tra tutti i Clan della SeMost-Amazing-Snakes-Pictures-7tta delle Serpi, I Death Adder sono certamente i meno tradizionalisti e i più aperti mentalmente. Ad oggi l’unico Clan aperto al gentil sesso, è in assoluto il più flessibile. “Adattarsi per sopravvivere, evolvere per prevalere” è il mantra insegnato ai giovani allievi dal Gran Maestro Death Snake. Gli allievi, terminato l’addestramento alle tecniche basilari, hanno libertà di azione. Ogni Ninja Verde è libero di girare il mondo, in cerca di esperienze e avventura. La grande varietà di culture, esperienze, tecniche e stili in seno al Dojo sono la ricchezza di questo Clan. I loro sforzi sono talvolta coordinati dal Gran Maestro Death Snake, che ha il potere di richiamare tutti i membri in adunata. Ogni volta l’adunata mondiale è in un luogo diverso, scelto da Death Snake. Qui si solve un enorme torneo interno al Clan, ove si confrontano e si condividono i segreti appresi da tutto il mondo. Sono considerati i più ribelli e difficili da controllare, persino per King Cobra. Loro sono gli occhi e le orecchie della Setta nel mondo esterno della piccola isola giapponese, al di fuori degli oscuri Dojo della Setta.

Tecnica

Fluidità, eleganza e imprevedibilità sono i tre elementi che meglio descrivono il variegato stile del Clan, in perenne e costante aggiornamento ed evoluzione. I Green Death Adder, grazie alle tecniche apprese in comune, hanno una solida base nelle arti marziali. Tuttavia sono tenuti a imparare i più disparati stili, anche provenienti da arti marziali non giapponesi. Non è raro cogliere mosse di Capoeira, perfettamente integrate con difese di Aikido e tecniche di Krav Maga nelle loro evoluzioni. Nonostante il loro spirito innovatore e la loro predilezione all’apertura e al cambiamento, restano trai i più rapidi e letali killer in circolazione. Come la serpe da cui prendono il nome, sono votati alla velocità e all’imprevedibilità dei loro attacchi. Nei Dojo si servono di questo mortale serpente per allenarsi, battendola in velocità. La Vipera Della Morte, com’è talvolta chiamata, secerne una neurotossina velenosissima, che ha un tasso di mortalità del 50%. Quest’aspetto rispecchia un tipico incontro con un Ninja Verde: puoi morire o sopravvivere. Se sopravvivi, i Death Adder avranno imparato le tue tecniche e al prossimo scontro il risultato potrebbe ribaltarsi completamente.

Zero Thirteen Strike

Questo insolito nome fa riferimento alla velocità di attacco del Death Adder in natura. In natura, tali serpi sono talmente veloci da portare due attacchi a una distanza di 0.13 secondi. Gli adepti Ninja Verdi devono riuscire a sfuggire al morso del serpente, eguagliando e battendo questo tempo afferrandolo prima di essere morsi. Grazie a quest’addestramento sono portati pugni a velocità tale, da essere percepiti come uno solo.

Lighting  Bite of Death

Attraverso la combinazione di svariati stili, i Ninja Boss sono in grado di sferrare un attacco talmente rapido da essere appena percettibile a occhio umano. L’avversario percepirà il colpo come un semplice salto, durante il quale sarà attaccato da colpi portati talmente rapidamente da veder comparire ferite sul proprio corpo dal nulla.

Sotto i link alle schede di Adder Boss e Adder Adept

 

Green Boss

Green Ninja

Cover art based on Bumhand‘s art

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Solve : *
8 + 7 =


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

 
 
%d bloggers like this: