Ignoranza Eroica – Sensolini VS Michele Gonnella Parte 1 – Musha Shugyo RPG

Posted · Add Comment

Illustri signori di meNare, ben tornati su questi lidi livornesi. Oggi, sotto un sole che spacca le pietre e una puzza di pesce che sfonda lo stomaco, Sensolini (giocato da TheDarkMaster) e Michele Gonnella (giocato da Noccaghignante), se le daranno di santissima ragione. Per pochi spicci, per un gruzzoletto all’apparenza insignificante… perché, in fondo, quel che conta è meNare.

Tutto ha avuto inizio con questo articolo. Ma di che si tratta? Di una nuova collaborazione con i ragazzi di Ignoranza Eroica, autori, tra le altre cose, della serie di racconti N di meNare, l’antologia. Presto ne vedrete delle brutte… bruttissime.

Questo scontro è avvenuto veramente usando il comodissimo sito web Rolz.org e le regole di Musha Shugyo RPG. In questo racconto, evidenzieremo in rosso il log vero e proprio dello scontro, senza troppi tagli, se non quando si era davvero sfiorata l’indecenza oltre l’indecenza… quindi non lamentatevi se non si tratta di un testo troppo sensato o privo di castronerie 😀

Il resto, invece, è la versione descrittiva e romanzata, scritta da Michele Gonnella. Notare che non viene inventato nulla che non sia effettivamente successo a livello meccanico!

Infatti, per questo combattimento, abbiamo usato il fantastico Modulo Advanced Roleplay, che permette una Narrazione avanzata estremamente funzionale a ottenere Bonus di varia natura in gioco! Quel che dici conta, non ci si limita al solo tiro di dadi.

Schede dei PG di meNare

Prima di tutto, ecco a voi le Schede segnalibro dei Personaggi coinvolti… Sensolini e Michele Gonnella. Cliccate sulle immagini per vedere le schede ad alta risoluzione.

Michele Ignoranza Eroica Sensolini Ignoranza Eroica

PRIMO ROUND

TheDarkMaster rolls 1d6+4 = 8 

Noccaghignante rolls 1d6+2 = 6 

TheDarkMaster: Ottimo, prendo direttamente il tavolo più vicino e lo uso per lanciartelo contro come un frisbee rotante. Senza pietà sto usando attacco criminese

Jack, più rapido dell’avversario impegnato a rimettersi in piedi, prese il tavolo più a portata di mano e lo scagliò verso il debitore in pieno stile “Attacco criminese”, uno dei suoi fiori marziali all’occhiello. Scagliato il complemento d’arredo diede un altro morso al panino, quella mossa avrebbe potuto dargli il tempo di finire la pietanza.

TheDarkMaster: Mi resta 1PA. Ho usato il tavolo, voglio dado bonus.

TheDarkMaster rolls 2d6h1 = 6 

TheDarkMaster: il 6 ti ricordo essere un critico. Ottengo 1SP e vale come 8!

Noccaghignante: Dannazione, è un bel lancio e ci vuole uno scudo adatto… Castagnaccio diaccio marmato, il suo, meglio del mogano! Ne afferro uno quasi intero da una teglia su un tavolo e tento di parare con lo scudo (dado bonus!)
Noccaghignante rolls 2d6h1 = 5

Osservò Nocca guardarsi intorno “Porc-” pensava, cercava uno scudo adatto. Sembrò trovarlo, afferrò un’altra focaccia nerastra costellata d’uvetta “Castagnaccio diaccio marmato, meglio del cemento” contrappose quel muro gastronomico all’arma rotante in arrivo. Ma l’arma rotante, troppo potente per un castagnaccio freddo da solo due minuti, schiantò in due la pietanza e colse negli incisivi il suo detentore. Tavolo e scrittore volarono in aria e, mentre il primo rimase piantato nel soffitto, il secondo ricadeva. Il suo inconscio si appuntò due cose: 1- mai parare i colpi dei tuoi creditori, vanno scansati! E 2- il castagnaccio è abbastanza solido per la pugna solo dopo un paio di orette almeno…
-E ora caccia la grana Miché, questo era solo un amichevole avvertimento- disse soddisfatto il motociclista, biascicando pane salato e torta di ceci –Su, caccia la grana e rimettiamoci a mangiare-

TheDarkMaster:  hai fatto con la difesa 8 e io con il mio attacco faccio 10.

TheDarkMaster: di danno di ficco un ATx2 = 4 + 8 = 12

TheDarkMaster: Ho guadagnato 4 SP

TheDarkMaster: Attendo che tu e il tavolo cadiate in terra. Subisci 1 danno extra e sei a terra a meno che non spendi 2PA per riprenderti

TheDarkMaster: ai danni sottrai la RE, Quindi hai subito 9 danni. Il che vuol dire che io ho guadagnato 3SP da questo attacco, non 4, scusa. Solo che 1 era di Critico quindi alla fine quel che conta è che ora ho 4SP e 1PA

Noccaghignante: Mi riprendo con la regola dell’Air Recovery (spendo 2PA, ritornando a riserva 0)

Michele si rialzò massaggiandosi barba e baffi… I denti c’erano ancora tutti, menomale. Si stiracchiò -Avvertimento di che? Guarda che qui grana non ne trovi, che siamo in Padania?- la tavolata non era bastata a frenargli la lingua.
-E basta con le chiacchiere, lo so che li hai i soldi…-
Il nemico annuì –Li avevo- indicò la montagna di 5e5 –Li vedi quelli? Ecco!-
Jack si cacciò tutto il panino in bocca e si crocchiò le nocche –Vabbhè, praticamente te le stai cercando…-

TheDarkMaster: Zompo sul bancone, prendo al volo un bicchiere di birra e ti mollo un uppercut per lanciarti contro la barriera di paninazzi

TheDarkMaster: sto sfruttando bancone per un dado bonus, bicchiere per improvvisare Simbolo Scaglia e barriera di panini per +1 al danno.

TheDarkMaster: in pratica, 1PA per saltare e avvicinarmi (ero lontano) , 1PA per attacco normale. Sto a 3PA e tiro l’attacco.

TheDarkMaster rolls 2d6h1+1 = 6 

TheDarkMaster: Ok ho 6+2 di AT = 8 di attacco.

TheDarkMaster: Se ti prendo ti scaglio.

Noccaghignante: Vista l’azione, afferro lo sgabello più vicino e mi preparo a piazzarlo davanti come scudo! Tiro difesa (stai a vedere che ciofeca)

Noccaghignante: sgabello come dado bonus lo uso

Noccaghignante rolls 2d6h1+3 = 5 

Finita la frase, il criminese schizzò sul bancone prendendo al volo un bicchiere di birra. Scattando in avanti mirò un uppercut al mento del tirchio che non la finiva di fare il cretino. Quest’ultimo attinse alle sue conoscenze marziali e… Si preparò a deviare il colpo con uno sgabello. Ma Jack scartò di lato flettendo le gambe e ripartendo a molla. Il bicchiere si incrinò contro la barba del labrolucchese. Lui volò in aria, mentre il guanto dell’altra mano di Jack già si preparava a qualcosa di più che cattivo.

TheDarkMaster: ti ho fatto un attacco normale in salto, quindi AT+DE come danno =3 + tiro che era 8

TheDarkMaster: totale 11 danni, ma tu hai difesa pari a 3, quindi te ne prendi 8. E io prendo gli ultimi 2SP che mi servivano.

TheDarkMaster: ONESHOTTATA DIRETTA!

TheDarkMaster: spendo 4SP me ne restano 2. Spendo i 3PA che mi restavano, super

TheDarkMaster: tiro il dado: #1d6

TheDarkMaster rolls 1d6 = 1 

TheDarkMaster: AT + 3 possente fa 5, per 4 = 20 +1 del dado son 21 danni. Meno 3 della RE son 18 danni!

TheDarkMaster: io a sto turno avevo preso 2SP, il limite totale massimo + 6 quindi ne riprendo 4 e vado a 6SP totali e zero PA. Round 1, Sensolini wins.

-E ora vedi un po’… La grana non la sganci? Te la faccio sputare!- la sua supertecnica si avvitò a piena potenza nello sterno dello scroccone, che volò schiantandosi contro il muro di panini. Inutile dirlo, a entrambi dispiacque polverizzare così tutto quel ben di Dio.
-E la pagherai tutta quella grazia andata sprecata, chiaro?- gli sbraitò atterrando sul bancone.

SECONDO ROUND

Nocca atterrò direttamente accanto al forno, tra panini e torta unta. Nascosto nelle cucine c’era il padrone del locale e il livornese, guardandolo, si accorse di avere puntate negli occhi due canne di fucile. Schizzò a molla –Jack noi si scherza MA QUELLO HA CARICATO UN FUCILE A PEPE-
-Scherzare? Ma guarda che- poi recepì il messaggio.

I due corsero fianco a fianco fino alla porta. Il primo pallettone di pepe da pizzeria li mancò per poco, e il timore del secondo indusse i due ad accelerare. Sapevano che non sarebbero mai passati insieme dalla porta…
Ma era un problema della porta. Sfondando un’ampia porzione di muro, i contendenti attraversarono la strada, falciarono un paio di motorini, un ciclista, un tassametro da parcheggio, saltarono il muretto e atterrarono oltre il parapetto, giù, sulla banchina. La caduta li salvò da un pallettone in piena nuca.

Jack si rimise in piedi, scuotendosi la tonnellata di farina che il suo pugno migliore aveva fatto finire ovunque.
L’altro invece si scrocchiava le ossa e massaggiava la schiena –Tutto secondo i piani. Hai altre di quelle bombe pugno? Mi farebbero comodo-
-Quante ne vuoi- lo fissò malissimo –Porca puttana-
Nocca sorrise –Mi conosci così bene?-

TheDarkMaster: Spostamento 1PA, Dialoghi Lopez 2PA, mi manca 1PA.

TheDarkMaster: Ruotando su me stesso rivelo il sole dietro le mie spalle, nel tentativo di accecarti. Son movimenti precisissimi fratello,.

TheDarkMaster rolls 2d6h1 = 5 

TheDarkMaster: 5+AT uguale 2 esce 7 di attacco. Ho usato il dado bonus scusa

Noccaghignante: Ok

Noccaghignante: Sfilo la sedia da sotto al culo di un vecchietto lì vicino e me la paro davanti come scudo, per sole e tutto (dado bonus per sedia)

Noccaghignante rolls 2d6h1+3 = 6 

TheDarkMaster: Quindi ti faccio crollare al suolo con un manrovescio dietro la nuca, sono ATx2 = 4 danni + 5 del tiro = 9 più 1 perché sei caduto = 10. Meno 3 di difesa, ti becchi 7 danni. Io non guadagno SP perché ne ho già 6

Quella che sembrò una carica a testa bassa del criminese si rivelò una bella trappola che nascondeva la tecnica “Dialoghi Lopez”: Michele sfilò la sedia da sotto il culo di un vecchietto intento a giocare a carte per arrestare la corsa avversaria, ma il rider scansò la testa, lasciando modo al sole di accecare l’avversario –Ho la violeNza nelle mani IO, lascia perdere il ciarpame!- il manrovescio colpi il livornese in pieno dietro la nuca, scaraventandolo a terra. Il tapino si rimise in piedi rotolando, giusto in tempo per vedere un’onda di luce che gli mirava il setto nasale –E ora vedrai…- un’altra oneshottata! Quel colpo aveva steso più di un bestione, sopravvivere due volte a un’affare del genere era fantascienza.

TheDarkMaster: Mi manca 1PA. Spendo 2 dei miei 6SP per ridurre il costo di ONESHOTTATA DIRETTA a 1 solo PA. Lo uso, spendo altri 4SP, tutti insomma e ti meno un cazzotto fotonico con esplosione di energia dietro la schiena schiantandoti malissimo contro il duro pavimento esterno

TheDarkMaster: io tiro con dado bonus per il pavimento però.

TheDarkMaster rolls 2d6h1 = 5 

TheDarkMaster: . Faccio 5 + 2 di attacco 7 in totale.

Noccaghignante: Io provo ad afferrare un remo per un dadobonus

Noccaghignante rolls 2d6h1+3 = 7 

TheDarkMaster: passo

TheDarkMaster: ho zero PA e zero SP 😀

TheDarkMaster: tu hai schivato, ti saresti preso 25 danni.

Il colpo si schiantò nel muro con un fragore immenso: calce e polvere inondarono il ceffo criminese che si rese conto di non essere sporco di sangue appena sputato –Dove sei, topo di fogna!-

Noccaghignante: Cercavi me? lancio un mazzo di carte in faccia all’avversario, carte rubate al solito vecchio che ancora non è caduto a terra nel marasma. nella nube di carte uso fittone (scaglia) con dado bonus per le carte e spesa di 1SP e 1PA

Noccaghignante rolls 2d6h1+2 = 5 

TheDarkMaster: Ok, rotolo sotto un tavolo per evitare le carte.

TheDarkMaster: uso un dado bonus per il tavolo,

TheDarkMaster rolls 2d6h1 = 4 

TheDarkMaster: più 1 di difesa che dovrei imparare a mettere nel test, schivo con successo.

-Tesoro, mi cercavi?- Nocca sbucò dalla nube di macerie lanciando un mazzo di carte, rubato dal tavolo del solito vecchierello, in faccia all’avversario. Subito dopo il tiro scattò in avanti, evocando nelle sue nocche lo spirito del boccale da rissa che i suoi si tramandavano di generazione in generazione.
Ma Jack, annusando la trappola del mazzo, rotolò oltre il tavolo da gioco –Prevedibile, bro…-

Noccaghignante: Attento a seguire il mio ritmo! Calcio il vecchio verso jack (dado bonus) con una fune da barca meno un colpo ascendente che scaglia, improvvisando questo simbolo. Spesa 1PA

Noccaghignante rolls 2d6h1+2 = 8 

Noccaghignante: Un SEI?! Chiudiamo tutto, c’è un BAIRUS

TheDarkMaster: perché il 6 vale 8 e dona 1SP

TheDarkMaster: resto basito dal vecchio in arrivo, meno un calcio alla sedia vicino a me per lanciarla in aria e prendere il vecchio al volo.

TheDarkMaster: non so perché ma mi va di salvarlo e nel contempo mi servirà per incepparti il movimento della corda.

TheDarkMaster: Quindi uso la sedia per un dado bonus.

TheDarkMaster: 2d6h1+1

TheDarkMaster rolls 2d6h1+1 = 6 

TheDarkMaster: mi prendi.

TheDarkMaster: Però il vecchio viene intercettato dalla sedia almeno?

Noccaghignante: sisi dai XD

Senza scoraggiarsi, Michele spinse con il piede l’anziano verso l’avversario, lasciandolo basito –Nocca ma ti pare il caso?!- imprecò lui, lanciando una sedia che aveva vicino verso l’ometto per cercare di farlo finire seduto.
-Attendo Jack, stai danzando al mio ritmo ora!- la fune da barca che il livornese aveva afferrato dopo il montante a vuoto mollò in faccia al nordico una sferzata che lo lanciò in aria. Egli percepì, forte in quella corda, l’ectoplasma del boccale del nemico. Nella sua ascesa forzata vide che il vecchio era atterrato al sicuro “Cavolo, non si è accorto di nulla” pensò.

Noccaghignante: Con Jack in aria, afferro una penna dal tavolo e la sfodero tipo samurai (un altro possente) -Non ci trovi una certa poesia?!- mi si illumina l’occhio rosso, tutto intorno si fa scuro come in un dipinto a pennello giapponese “Ma quali soldi – tutti di cinqueccinque – mangiati al fosso”. Rinfodero la penna nel tappino con un gesto kungfu e la getto in acqua

Noccaghignante rolls 1d6h1+4 = 6 

TheDarkMaster: cosa è il +4?

Noccaghignante: non è il “possente”?

TheDarkMaster: si applica solo a danno, non a test

Noccaghignante: Ah, allora ho fatto 4

TheDarkMaster: di attacco con possente hai 4.

TheDarkMaster: 4×4=16 danni + 2 del test, non assorbitili.

TheDarkMaster: mi becco 16 danni + 9 di prima sto a 25 danni!

TheDarkMaster: Scusa 18 danni più 9 27

TheDarkMaster: sto a 27 danni.

Noccaghignante: (Spesa di 1 sp per concatenare) Intercetto l’atterraggio di jack con una ginocchiata che lo rivoga (termine livornese) contro una barca tirata su lì accanto (per quel bonus lì) che, se colpita, farebbe ricadere tutto nei fossi marci, Jack e detriti (simbolo schianta perché è acido ormai) -Senti come suonano musicali, i versi?! Tutto in un respiro-

Noccaghignante rolls 1d6+2 = 7 

TheDarkMaster: con 7 danni e schianta sono andato.

Noccaghignante, vedendo il suo creditore in aria, assaporò l’epifania poetica di quel momento e prese una penna dal tavolo da gioco, mettendosela al fianco come un samurai –Non ci senti della poesia, Jack?- non appena l’amico fu a tiro, l’oscurità avvolse tutto e tutti, l’occhio rosso dell’haijin emanava una luce rossa. Quest’ultimo sfoderò la penna e vergò corpo e anima dell’avversario

“Ma quali soldi –
tutti di cinqueccinque  
mangiati al fosso”

rinfoderata la penna, la gettò nell’acqua, per poi dare una ginocchiata slanciata al criminese, che si schiantò contro una barca per poi ruzzolare nell’acqua putrida.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Solve : *
30 × 17 =


 
 
%d bloggers like this: