Dei/Campioni Pregenerati 2/3

Posted · Add Comment

Secondo appuntamento con Divinità, Universi e Campioni pregenerati per Ancient Wrath: Genesis (MiniSetting che potete leggere, scaricare gratis e votare a questo link) più due coppie Dio/Campione avversarie ottime per le partite uno contro uno. Se non avete ancora letto della Divinità Starlet e della sua Campionessa Rakshastar, o del Dio Nyarlathotep con il suo Campione, il Dottor Anubat, potete farlo cliccando qui. Adesso, passiamo agli Dei di oggi…

[Cliccate sulle Schede per ingrandirle.]

Taxi Driver

TaxiDriverPix

È difficile definire il Tassista come un Dio, ma in tutta onestà è difficile definire il Tassista in generale. Si hanno sue notizie in miliardi di mondi diversi, con forme, apparenze e circostanze molto variegate, ma sempre la medesima funzione: portare le persone da un posto all’altro, a un giusto prezzo. In forma umana appare come un uomo tra i trenta e i cinquant’anni con i capelli scuri, un completo senza troppe pretese e occhiali da sole indossati anche di notte.
Where To?: il Tassista può evocare il proprio Taxi a piacimento, comparendo a sorpresa e costringendo il nemico a terra con un colpo di portiera… Quando non si ferma direttamente sopra l’avversario.
Faster: accelerare incrementa in maniera massiccia la potenza offensiva del Taxi e del suo conducente.
U Turn: un semplice tocco del volante può creare un vortice in grado di riflettere gli attacchi dell’avversario.
Destination: in modalità turbo, il Tassista si dirige verso la sua destinazione (il nemico) a folle velocità. E il tassista raggiunge sempre la sua destinazione, in un modo o nell’altro…

Il Taxi/La Città
di Taxi Driver

Il Taxi si modifica per apparire familiare (come il Tassista) al passeggero di turno, ma non solo: al suo interno non ci sono limiti dimensionali, e il Tassista vuole rendere il suo veicolo un vero e proprio Universo mobile.
Struttura, Spaziotempo e dimensioniDescrizione: pensate al T.A.R.D.I.S. del Dottore in Doctor Who, ma con sedili più comodi e adattabile istantaneamente alle percezioni del cliente. L’aspetto, comunque, è sempre tale da mettere il passeggero quasi completamente a suo agio. Spazi abitabili e forme di vita: riflessa nei vetri e negli specchi del Taxi, la Città è il mondo-dentro-al-mondo del Tassista. Si tratta di una metropoli qualunque, anzi, della Metropoli Qualunque per eccellenza. La Specie Adorante che vive al suo interno, la Cittadinanza, è costituita da individui speculari o privi di tratti somatici persi nel traffico e nella frenesia della vita urbana. Metafisica: il Tassista si confonde regolarmente tra gli autisti della Città, dispensando consigli e stimolando dubbi esistenziali (e straparlando di sport). Si mostra come Divinità, e dà accesso al Taxi Esterno, soltanto nel Tempio Meccanico in centro città dove è venerato, e dove l’alto sacerdote (il Meccanico, appunto) seleziona il migliore tra i Crash Test Dummies, i monaci combattenti del Tempio.

Crash

CrashPix

Il Campione del Tassista è un dummy calmo, spiritualmente evoluto ed estremamente agile e capace in battaglia in grado di sfruttare al meglio le proprie caratteristiche per onorare il titolo di Monaco Combattente.
Test: scagliarsi contro il nemico per testare la propria durabilità, ma soprattutto quella del nemico stesso, è l’esercizio più antico dei Monaci.
Dismemberment: Crash può disassemblarsi parzialmente, togliendosi un arto per colpire l’avversario a distanza e recuperarlo come fosse un magnete o un boomerang.
Resilient: la più grande capacità dei crash test dummies è la resistenza a qualunque tipo di colpo, che Crash è in grado di restituire a piena potenza anche a distanza.
Crash: Crash può investire il nemico con velocità e potenza incredibili per schiantarlo con un impatto distruttivo e lasciarlo a terra, inerme e sconfitto.


Gate

GatePix

Il Cancello (Gate) è una porta aperta sul Multiverso: è il “portale mistico” per eccellenza. Può aprirsi su qualunque angolo dell’Ovunque, ma soprattutto può accogliere qualunque cosa… O lasciarla uscire, a suo piacimento. Ha diversi aspetti, principalmente uno strappo circolare oppure ovale nella realtà circondato da rune o fulmini.
Come In: Gate accoglie il nemico in sé, spogliandolo di ogni difesa nel passaggio e lasciandolo al proprio centro, esposto a qualunque attacco, o lo scaglia fuori per poi aggredirlo.
Through The Looking-Glass: il colpo avversario sembra andare a segno, prima di affondare attraverso il Portale e tornare indietro immediatamente grazie a un semplice trucco dimensionale…
From The Other Side: tutti i proiettili, dalle frecce alle bombe atomiche, di una manciata di Universi; la lava di un fantastiliardo di vulcani in eruzione; un’intera specie di dragoni di luce… Tutto può nascondersi dall’altra parte del Portale, attraversarlo e gettarsi all’inseguimento dell’avversario.
Interdimensional Chaos: aprendosi su se stesso, il Cancello si diffonde in mille singoli aspetti intorno al nemico, catturandone ogni arto in una porta diversa, spezzandolo e costringendolo all’immobilità.

Ordalia
Di Gate

Struttura e Descrizione: l’universo del Portale è un corridoio/strada (ricco di angoli nascosti, bancarelle e soprattutto porte, di fattezze e provenienze estremamente variegate) di lunghezza apparentemente infinita. Spaziotempo e dimensioni, esperibili da qualunque forma di vita, restano come sospese nell’attesa che si apra la porta giusta. Tutti i luoghi dell’Ordalia sono Spazi abitabili, e le forme di vita giungono attraverso passaggi spirituali, magici o tecnologici da ogni realtà del Multiverso per gli scopi più disparati. Metafisica: Gate è presente in ogni porta, in modo sottile, e si dice che sotto la cura del Gatekeeper sia manifestato pienamente da qualche parte nell’Ordalia… Ma nessuno sa dove. La Specie Adorante è rappresentata da speciali Custodi, mantelli senzienti con fori simili a un cappuccio colmi di tenebra, eminentemente curiosi, dediti allo studio di cosa si cela oltre le porte e a decidere chi è degno di attraversarle tra tutti i pretendenti che si affacciano all’Ordalia.

Gatekeeper

GateKeeperPix

Marrone, con appendici affilate e il simbolo del Cancello tatuato sulla “schiena”, è il Custode della porta più importante: Gate stesso. Saggio e veloce in modo sovrannaturale, è in grado di aprire qualunque porta (qualunque cosa, forse) ed è completamente dedicato al suo sacro compito.
Pop Up: la tecnica di aprire una Soglia alle spalle del nemico e avvolgerlo per lasciarlo indifeso e colpirlo a proprio piacimento.
Trapdoor: una botola si apre all’improvviso sotto l’avversario, che cadendo nella trappola si sottopone a un violento urto.
Sharp/Locked Door: Gatekeeper si difende chiudendo una porta appena comparsa tra sé e il nemico e contrattaccandolo con i suoi arti taglienti.
Open Yourself: Gatekeeper è in grado di aprire il nemico stesso, infiltrandosi in esso e attaccandolo dall’interno, lasciandolo a terra stremato e svuotato.


 

E ora, le due coppie Divinità/Campione bonus, ideali per gli scontri uno contro uno: Eris Discordia e la sua nemesi, Greyface. Per questi due Dei non c’è ancora un Mondo preimpostato: potete crearlo voi e, se volete, condividerlo con i fan di Musha Shugyō RPG.
(O potete anche solo giocarvi una lotta all’ultimo sangue tra Ordine e Disordine per il destino dell’umanità. Noi non ci offendiamo…).


ErisDiscordiaPix

EmperorNortonPixEris: un tempo nota come Dea greca (e in seguito romana) della Discordia, tra gli anni Sessanta e i
Settanta del ‘900 si è rivelata a Malaclypse the Younger e a Lord Omar Khayyam Ravenhurst come Dea del Disordine venuta a restituire la più assoluta libertà di creare la propria vita e la propria realtà all’umanità e riequilibrare l’ordine serioso e imposto di Greyface (in italiano Facciagrigia o Grigiaghigna). Principia Discordia: anche a distanza, la Rivelazione Discordiana può elevare e liberare lo spirito. Ma non tutti sanno gestire la libertà… Golden Apple: il Pomo della Discordia può annullare qualunque difesa, catturando l’attenzione di chi vuole essere la più bella (o il più bello), e di chi lo vuole tutto per séSacred Chao: ogni Hodge rivela il suo Podge, ogni attacco all’altro è un colpo inferto a se stessi. Eris può dimostrarlo molto praticamente… All Hail Eris Discordia: la liberazione definitiva. L’avversario saprà assumersi la responsabilità di essere davvero libero nel ridicolo caos della vita?

Emperor Norton I: mercante fallito della Terra del XIX Secolo, Joshua Abraham Norton ha deciso di trasformare il proprio mondo grazie alla propria inventiva. Ed è diventato Imperatore. Ora è asceso con la benedizione di Eris Discordia. Per curiosare sulla sua storia, cliccate qui. Imperial Act: nemmeno la realtà “inanimata” è immune al carisma dell’Imperatore. Sword: un solo fendente è sufficiente ad attraversare ogni difesa. Discordian Pope Ad Honorem: l’ascesi è garantita, per l’Imperatore degli Stati Uniti d’America (e protettore del Messico). Emporer: l’affondo finale dell’Imperatore, che piega la realtà stessa per portare a termine il suo attacco.


GreyFacePixTheManPixGreyface: il Diavolo Discordiano, che incarna il potere tirannico, la quiete ignava, l’ordine che si prende troppo sul serio: è ciò che resta quando si lasciano da parte tutta la libertà, tutte le emozioni forti, tutto ciò che rende la vita degna di essere vissuta. Order: “Obbedire porta pace. In un modo o nell’altro, lo capirai.” Quiet: “La confusione non serve a nessuno, quindi sta’ zitto.” No: “Semplicemente impossibile; torna da dove sei venuto.” What’s Left: “Osserva mentre ti dono una vita serena, senza preoccupazioni.”

The Man: la struttura di potere definitiva, rappresentata dall’uniforme dell’Ordine – in questo caso, un completo grigio. Longa Manus: l’Uomo ha potere ovunque. Stay Down: a chi alza la testa, l’Uomo riserva il trattamento più duro. Direct Hit: riservato a chi ha offeso abbastanza l’Uomo da meritare un colpo diretto. Rule Of Man: una volgare dimostrazione di potere assoluto, ovunque, a qualunque costo.

 

 

Credits

Immagini:
Tutte le immagini dei Personaggi sono state create con Avatars in Pixels (e qualche piccola modifica).
Sfondi:
Sfondo Taxi Driver: The road to Hell by Paul Stevenson on DeviantArt. Sfondo Crash: Pixabay. Sfondo GateBlack Portal by nzo7 on DeviantArt. Sfondo Gatekeeper: Best of European Union. Sfondo Eris: The Sacred Chao – O Sagrado Cao by ShadowPSGN. Sfondo Emperor Norton IWikimedia Commons. Sfondo Greyface: Pixabay. Sfondo The Man: Scheda PG di Musha Shugyō.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Solve : *
8 + 9 =


 
 
%d bloggers like this: